02 giugno, 2017

VI workshop di Urban Sketchers a Ischia


**Aggiornamento 17 agosto: questo workshop è al completo!**
Scrivete per essere inclusi nella lista d'attesa o nella nostra mailing list.


VI Urban Sketchers Workshop a Napoli
On Assignment: Reportage from Ischia Island
Castello Aragonese, Ischia, 4/8 ottobre 2017


WHAT: Un workshop di giornalismo grafico per artisti che vogliono raffinare le loro capacità di narratori visuali, in particolare per chi aspira a pubblicare il proprio lavoro su giornali e riviste.
WHO: Con Gabi Campanario (guest artist e instructor), Simo Capecchi e Caroline Peyron (instructors), Cristina Portolano (guest correspondent) e Franco Lancio come art director.
WHERE: Ischia, Napoli
WHEN: 4-8 ottobre 2017
WHY: Perché le storie hanno bisogno di essere raccontate col disegno.

Descrizione del workshop 
Dopo cinque edizioni di successo, ecco la nuova proposta per il prossimo autunno: "On Assignment" (letteralmente "su commissione") vi trasformerà per cinque giorni in inviati speciali, alle prese con la redazione di un reportage collettivo sull'isola di Ischia. 

Siamo particolarmente felici di avere con noi come guest artist e instructor Gabriel Campanario, illustratore e giornalista di stanza a Seattle, noto per la sua rubrica "Seattle Sketcher" sul Seattle Times e fondatore della comunità degli Urban Sketchers. Da un gruppo su Flickr nel 2007 a un blog collettivo, a un'associazione no-profit, questa idea di Gabi di raccontare col disegno la vita nelle città e di condividerla (in rete, sulla carta stampata e in incontri dal vivo come questo), non smette da dieci anni di coinvolgere sempre più persone in tutto il mondo.
Guidati da Simo Capecchi, Caroline Peyron e Gabriel Campanario, i partecipanti di del workshop racconteranno la vita del paese di Ischia Ponte, le attività legate alla pesca, alla campagna, all'archeologia e al turismo. Con noi ci sarà anche la giovane illustratrice e fumettista Cristina Portolano invitata come graphic journalist a documentare l'esperienza del workshop. 

Saranno dati consigli pratici per disegnare sul campo e tratteremo argomenti come selezionare una storia, condurre un'intervista disegnata, approfondire le fonti, lavorare con gli editori e disegnare pensando al lettore destinatario del reportage. La mattina i partecipanti saranno divisi in piccoli gruppi per seguire Gabi, Simo e Caroline sul posto e sperimentare i loro diversi approcci e modalità di combinare testi e disegni. Nel pomeriggio ognuno lavorerà più sul proprio "pezzo", da solo o in gruppo, in uno dei luoghi e temi proposti, insieme ai tre istruttori.

L'esito del nostro lavoro avrà anche uno scopo entusiasmante! Una selezione di storie e disegni sarà pubblicata su carta in un giornale vero e proprio, stampato da una tipografia locale e distribuito l'ultimo giorno del workshop.
Questa speciale edizione unica renderà omaggio alla tradizione di reportage disegnato diffusa alla fine dell'Ottocento quando i giornali spedivano abitualmente gli artisti a disegnare gli eventi sul posto. Per richiamare uno di questi periodici distribuito in Australia e Nuova Zelanda tra il 1873 e il 1889, "The Australasian Sketcher", chiameremo il nostro giornale The Ischia Sketcher”.

Nota: Questo workshop di solito si riempie velocemente, in particolare consigliamo di affrettarsi per chi vuole alloggiare presso l'albergo del castello Aragonese... Fatevi ispirare dalle foto della scorsa edizione :-)
V Naples Urban Sketchers Workshop 2016

workshop e instructors

Gabriel Campanario, Vignette da Ischia Ponte
Location: Ischia Ponte, molo e dintorni

"Mostrare qualcosa di interessante. Raccontare qualcosa che i miei lettori non sanno. Questi sono alcuni dei miei obbiettivi quando esco a disegnare per la mia rubrica sul giornale. Lo scopo, come per ogni notizia, è di raccontare qualcosa di nuovo e attuale. Un modo per affrontare la questione è porsi delle domande prima di scegliere una storia da raccontare: Perchè adesso? E allora? Se riesco a rispondere a queste domande, il 50% del lavoro è fatto. Il resto è la parte divertente: creare una serie di disegni accattivanti e scrivere 150 - 200 parole ben scelte da comporre a fianco ai disegni.

A Ischia Ponte, cercheremo spunti per vignette interessanti tra le particolarità di questa comunità marina. Aspettatevi di parlare con un pescatore, ma non uno qualunque. Magari uno che ha appena cominciato questo lavoro? Chi lavora per mare ha sempre avventure da raccontare. Non sarebbe interessante disegnare una barca che è sopravvissuta ad una tempesta? O trovare la barca più vecchia del porto e parlare col proprietario? Possiamo imbatterci in storie interessanti per puro caso. Ma prepararsi non guasta mai. Se volete partecipare al workshop, fate ricerche sul posto in anticipo, preparate una lista di storie possibili e annotate le domande che volete fare ai vostri soggetti".

Si faranno molti disegni a penna sul posto, aggiungendo il colore quando è possibile. I partecipanti potranno lavorare con i loro materiali e tecniche preferite. Se si utilizza un taccuino, non si dovrà disegnare sulla piegatura, in modo da facilitare la riproduzione per il nostro giornale.

Obiettivi del workshop
Imparare a identificare storie interessanti, da disegnare e da raccontare.
Acquisire suggerimenti per lavorare sul campo e condurre interviste.
Imparare a strutturare la propria scrittura. Come scrivere una buona apertura e un paragrafo conclusivo del vostro pezzo. Come lanciare il pezzo sui media e prepararlo per la pubblicazione. Consigli su come lavorare con addetti stampa e alle public relations. E' utile porsi la questione: siete un disegnatore indipendente oppure uno strumento per il marketing del giornale?

Giornalista e illustratore di stanza a Seattle, Gabriel Campanario è ha pubblicato “Seattle Sketcher: An illustrated Journal of Life in the Puget Sound Region”, e diversi altri libri sull'urban sketching. Originario di Barcellona, si è laureato in giornalismo presso l'università di Navarra a Pamplona (Spagna) nel 1992 e risiede negli Stati Uniti dal 1998. Ha lavorato come giornalista per più di vent'anni in molte redazioni sui due lati dell'Atlantico come La Vanguardia (Barcelona), The Reno-Gazette Journal (Nevada), Diario de Noticias (Lisbon), The Desert Sun (Palm Springs, Calif.), USA TODAY The Seattle Times. Il suo lavoro come sketch journalist è stato  premiato dalla Society of Professional Journalists e dalla Society for Features Journalism, ed è stato oggetto di una personale per cinque mesi presso il Seattle’s Museum of History and Industry nel 2014. 
In italiano ha pubblicato  “Persone in movimento” e “Architettura e paesaggi urbani”, edizioni Logos.






Simo Capecchi, L'intervista disegnata
Location: baia di Cartaromana 

"Mi piace scrivere direttamente sui disegni: fumetti o annotazioni collegate da frecce o testi più lunghi da affiancare. A volte è per esigenza personale, per ricordarmi le cose, altre volte scrivo su commissione, come per la rubrica sull'ultima pagina del mensile di viaggi Dove (Rcs). L'anno scorso durante il workshop abbiamo incontrato un gruppo di operatori sub e di archeologi che stanno lavorando ai resti di Aenaria, l'antico insediamento di Cartaromana di fronte al Castello Aragonese, sommerso da un terremoto: questa squadra di giovani ischitani guidati da una archeologa della Soprintendenza saranno soggetti interessanti per una intervista disegnata mentre ci aggiorneranno sulle loro recenti scoperte. Una barca col fondo trasparente ci permetterà di seguirli dal vero durante lo scavo."



Condurre un'intervista e riportarla su una pagina insieme al disegno, combinare testo e immagine in diversi modi sulla pagina, organizzare una moltitudine di informazioni su una sola pagina oppure creando una sequenza: questi i temi che approfondiremo durante workshop. Saranno dati consigli e mostrati esempi per aiutare i partecipanti a preparare i disegni da pubblicare sul nostro giornale. Useremo strumenti semplici come penne e stilografiche per concentrarci sulla composizione di testi e immagini. Il colore potrà essere aggiunto sul posto o in un secondo momento.

Simo Capecchi ha studiato architettura a Venezia e a Napoli e lavora come illustratrice. I suoi lavori sono pubblicati su riviste e libri collettivi e sono stati esposti in numerose occasioni. Dal 2006 ha curato mostre ed eventi sui taccuini di viaggio e tiene workshop di disegno in Italia e all'estero. Collabora ad Urban Sketchers fin dall'origine, dieci anni fa. Dal 2015 ha una rubrica disegnata sulla rivista Dove.


Caroline Peyron, Il Castello Mnemonico 
Location: giardini e stanze del Castello Aragonese 

"Sono sempre impressionata, ritrovando vecchi disegni, da come è immediato il ricordare luoghi, tempi, persone e parole legate al momento di quel disegno. Disegno e memoria, legati insieme così intensamente, mi hanno fatto pensare a raccontare il Castello Aragonese attraverso le antiche Arti della Memoria, tecniche per preservare o potenziare i propri ricordi basate sul paragonare il filo di un racconto o di un ragionamento a strutture architettoniche, a raccolte di oggetti, a strutture arborescenti o altri insiemi complessi ma di immediata visualizzazione. 
Il Metodo dei Loci ad esempio implicava la creazione di una Mappa Visuale della propria casa. Queste strategie erano a volte legate proprio all'architettura di un castello, utilizzato come dispositivo mnemonico.


Ogni sessione del workshop si terrà in uno o più Loci, stanze o spazi aperti scelti all'interno del Castello, nei quali una persona diversa racconterà un pezzo della storia del Castello, della sua storia. Verranno date indicazioni su come organizzare lo spazio del foglio e dell'insieme delle opere. Le parole che appariranno nei nostri disegni saranno elementi grafici al pari degli altri segni. Guardando i disegni realizzati durante le tre giornate, i discorsi ascoltati in ognuno dei luoghi scelti dovrebbero tornare subito alla mente". 


Caroline Peyron è un'artista francese che vive a Napoli. Sue mostre personali si sono tenute a Napoli, Roma e Parigi presso numerose istituzioni culturali. L'ultima mostra è stata "Cielo" nella Certosa e Museo di San Martino a Napoli, ottobre 2015. Insegna arte da più di vent'anni presso scuole private e istituzioni come il Museo di Capodimonte e il Museo Archeologico a Napoli. Da un anno Caroline lavora con un altro artista, Black Napkin, ad un progetto dedicato agli Archivi. Per questo progetto sta riempiendo un taccuino di grande formato, un "Archives des jours" dove registra la vita quotidiana, i viaggi, le letture, gli incontri, una sorta di Zibaldone.
Meet the instructor sul blog di Urban Sketchers. Vimeo: vimeo.com/carolinepeyron


Cristina Portolano
 / guest correspondent


Cristina è un'autrice di fumetti e un'illustratrice che ha sempre un taccuino con se e che disegna spesso sul posto mentre è in viaggio per lavoro o per progetti personali. Ha pubblicato diversi reportage disegnati online e su carta per giornali e riviste. 

L'abbiamo invitata a disegnare con noi e ad eseguire il suo reportage sulle nostre giornate ischitane, collaborando al nostro giornale "The Ischia Sketcher". Alcuni dei suoi lavori saranno in mostra durante il workshop.




Cristina Portolano è nata a Napoli nel 1986. Ha studiato illustrazione e fumetto presso l'Accademia di Belle Arti di Bologna e l' EnsAD di Parigi, vive e lavora a Bologna. Recentemente ha pubblicato una graphic novel sulla sua infanzia e giovinezza nella Napoli degli anni Novanta, Quasi Signorina, edizioni Topipittori 2016. Ha pubblicato reportage disegnati sul sito “Graphic News” e fumetti, reportage, illustrazioni per numerosi libri riviste e giornali. Website: cristinaportolano.com


Programma  / in rosso le attività aperte a tutti 

Mercoledì, 4 ottobre
17.00 accoglienza e check-in al Castello Aragonese 
18.00 presentazione del workshop e conferenza di Gabriel Campanario 

Giovedi, 5 ottobre
   9.30 - 13.00 (divisi in tre gruppi) 
Gruppo A: Gabriel Campanario, Vignettes from Ischia Ponte
Gruppo B: Simo Capecchi, The sketched interview 
Gruppo C: Caroline Peyron, The Mnemonic Castle 
   14.00 - 17.30 (partecipanti e instructors insieme) 
Storie della campagna tra Ischia Ponte e Campagnano. I partecipanti lavoreranno su commissione" in piccoli gruppi o da soli per raccontare storie interessanti tra quelle individuate da loro o dagli instructors. Trasporti e appuntamenti saranno organizzati.
   19.00 - 20.00 Riunione di redazione 

Friday, October 6 
   9.30 - 13.00 (divisi in tre gruppi) 
Group A: Simo Capecchi, The sketched interview 
Group B: Caroline Peyron, The Mnemonic Castle 
Group C: Gabriel Campanario, Vignettes from Ischia Ponte
   14.00 - 17.30 (partecipanti e instructors insieme) 
Storie di mare lungo la costa est dell'isola. I partecipanti lavoreranno su commissione" in piccoli gruppi o da soli per raccontare storie interessanti tra quelle individuate da loro o dagli instructors. Trasporti e appuntamenti saranno organizzati.
   19.00 - 20.00 Riunione di redazione 

Saturday, October 7 
   9.30 - 13.00 (divisi in tre gruppi) 
Group A: Caroline Peyron, The Mnemonic Castle 
Group B: Gabriel Campanario, Vignettes from Ischia Ponte 
Group C: Simo Capecchi, The sketched interview 
   14.00 - 17.30 (partecipanti e instructors insieme) 
I partecipanti completano il loro lavoro e consegnano i disegni in versione digitale e il testo via email (ci organizzeremo per foto o scansioni) per essere composti per la stampa.
   18.00 workshop final exhibit in Castello Aragonese

Sunday, October 8 / open to the public events
   10.00 "The Ischia Sketcher" è stampato e viene distribuito a Ischia Ponte. 
Conferenza stampa.
   11.00 / 16.00 Sketchcrawl. Tutti i disegnatori sono invitati. 
Ci spostiamo al Negombo nella baia di San Montano per una passeggiata botanica e panoramica, del giardino e delle piscine termali. Sarà uno swim-and-draw party! Pranzo e ingresso sono offerti dal Negombo. Chi non ha partecipato al workshop deve scrivere una mail per accreditarsi: marco@negombo.it 

*Presentazione in libreria e Sketchcrawl a Napoli*
(luogo e data da definire)
Gabriel Campanario firmerà le copie dell'edizione italiana dei suoi libri sull'urban sketching:  “Persone in movimento” e “Architettura e paesaggi urbani”, edizioni Logos. A seguire una giornata collettiva di disegno aperta a tutti: Sketchcrawl nel centro storico di Napoli! 

I luoghi del workshop e consigli di viaggio su Google MAP 



Iscrizione: € 270 (includono esclusivamente le ore di workshop secondo il programma).
Il 10% del ricavato va all'associazione no profit Urban Sketchers.
Per iscriversi email a: simo.capecchi(at)gmail.com
*Eventuali spese di trasporto collettivo sull'isola (per le attività pomeridiane) sono a carico dei partecipanti.

Partecipanti: max 35 / min 15. 
Lingua: Inglese. Traduzione in italiano quando necessario.

SponsorHahnemühle donerà un taccuino Report&Art e un blocco di carta da acquerello "Britannia" ad ogni partecipante!

Alloggiare a Ischia: l'Albergo il Monasterosituato all'interno del Castello Aragonese di Ischia, propone ai partecipanti uno sconto del 20% sulle loro tariffe per una camera doppia. Per beneficiare di questa offerta prenotate il prima possibile, le camere disponibili sono poche: ilmonastero(at)castelloaragonese.it 
Altre sistemazioni si possono trovare nella zona di Ischia Ponte antistante il castello oppure sul sito di Airbnb.



Foto delle edizioni precedenti
2015 Painting in Ischia island / guest Kelly Medford
2014 Collect the city / Naples, guest Nina Johanson
2013 Hidden Naples / guests Lapin e Laura Scarpa
2012 Panoramas, fragments and stories / Naples, guest Laura Scarpa 

17 gennaio, 2017

Handmade in Naples. Workshop di Urban Sketchers in 10 incontri


HANDMADE in NAPLES - Storie di artisti e artigiani

10 incontri di disegno a Napoli 
con Simo Capecchi e Caroline Peyron

In collaborazione con Made in Cloister
*in english on Urban Sketchers
**sponsor: Viviva Colors

Nel 2017 Urban Sketchers celebra 10 anni. Per l’occasione abbiamo creato i nostri primi corsi a lungo termine, che si terranno in primavera contemporaneamente in numerose città. Disegnatori di tutto il mondo sono invitati a partecipare a 10 incontri di disegno con istruttori di Urban Sketchers nella propria città, dedicati alla missione principale dell'associazione: raccontare il mondo, un disegno alla volta.

Il corso di Napoli guiderà i partecipanti alla creazione di 10 ritratti disegnati come omaggio ad altrettanti artisti e artigiani della città. Persone che creano o riparano cose con le proprie mani, lentamente e con cura, seguendo il proprio estro creativo e la propria esperienza, proprio come noi disegnatori. Abbiamo scelto artisti e artigiani che lavorano a progetti speciali o in spazi fuori dall'ordinario dove li potremo disegnare mentre sono all’opera o mentre ascoltiamo i loro racconti.

I partecipanti saranno indirizzati ad elaborare un vero e proprio reportage, combinando sulla pagina scritte e disegni, sulla base di indicazioni ed esempi. L’attenzione è posta sul racconto e sull’intervista disegnata, più che sulla “natura morta” delle opere osservate.
Disegneremo e racconteremo 10 storie - piccole, medie o grandi - sia in relazione alle dimensioni fisiche dei manufatti osservati, sia in relazione alla diversa composizione delle pagine che potranno essere dedicate all’opera, all’artista mentre la crea e alla veduta d’insieme del suo atelier o della sua bottega.

Un reportage collettivo da condividere in rete e da mostrare durante una giornata di sketchcrawl aperta al pubblico nel chiostro di Santa Caterina a Formiello presso Made in Cloister, una fondazione che ha tra i suoi obiettivi il rilancio del “fare artigianale”, attraverso l’interazione tra maestri artigiani ed artisti e designer internazionali.

Obiettivi
1. Esplorare la propria città attraverso ritratti di artisti e artigiani, un disegno alla volta
2. Migliorare la propria capacità di disegnare, con l’attenzione al disegno come reportage
3. Imparare come selezionare, impaginare e comporre storie in una o più pagine
4. Imparare ad utilizzare insieme scrittura e disegno per comunicare meglio il nostro racconto
5. Sperimentare i vantaggi del disegnare insieme, condividere approcci diversi allo stesso tema

Dove e come Gli incontri si svolgeranno a Napoli, all’interno di 10 studi di artisti o botteghe di artigiani in città: 10 incontri di 2.5 ore, il giovedì o venerdì pomeriggio e il sabato mattina, tra marzo e aprile, più un'introduzione e una giornata libera di disegno collettivo. Portare il proprio materiale da disegno. Indicazioni più dettagliate saranno date in seguito.

Costo 10 incontri + introduzione: 200 € / 1 incontro: 20 € 
Viene data la precedenza a chi si partecipa a più di un incontro. Il 10% della quota andrà all'associazione Urban Sketchers. Per iscriversi: simo.capecchi(at)gmail.com
Partecipanti  Minimo 5, massimo 12.

Sponsor: Ai partecipanti verrà distribuito da testare un blocchetto di acquerelli su carta, prodotto da Viviva Colors, start up di Mumbai in fase di lancio. Creata da uno studente di medicina e urban sketcher appassionato di pittura, è il set di colori più leggero da trasportare che esista!

* Gli incontri sono condotti alternativamente da Caroline Peyron o da Simo Capecchi,
quando possibile con la presenza di entrambe.


PROGRAMMA  

Botteghe, atelier, studi e laboratori 
Artisti molto diversi tra loro, scelti tra chi utilizza materiali diversi e che si dedica anche alla scultura, alcuni con una lunga storia alle spalle, ci permettono generosamente di entrare nel loro spazio privato e assistere al momento creativo o curiosare tra li loro ultimi lavori e i progetti futuri. C’è qualcosa di speciale nell’osservare le opere prima che siano finite ed essere testimoni del lavoro che porta al loro completamento oppure nel ritrovarle, dopo un’esposizione, ammonticchiate nel caos fecondo dell’atelier. 
Gli artigiani che abbiamo scelto rappresentano delle eccellenze o dei casi particolari nel proprio settore, persone accomunate dalla passione con cui si dedicano alla loro arte e dalla disponibilità con cui hanno accettato l'idea di farsi ritrarre. Assisteremo ad un pomeriggio di lavoro di maestri e artigiani mentre portano avanti le loro commissioni e i loro progetti, tra routine ed imprevisti. 

sabato 4 marzo, 10.30/13.00 - Introduzione, preparazione di materiali, esempi 
c/o lo studio di Simo Capecchi, insieme a Caroline Peyron

1. giovedì 9 marzo 14.00/16.30 -  Gay Odin 
reportage in una fabbrica di cioccolato, con Simo Capecchi

2. sabato 11 marzo, 10.30/13.00 - Rosaria Matarese
nell'atelier dell'artista, un'intervista disegnata, con Caroline Peyron
                      
3. venerdì 17 marzo, 17.30/20.00 - Riccardo Dalisi
nell'atelier dell'artista, laboratorio con Caroline Peyron

4. sabato 18 marzo, 10.30/13.00 - Maurizio Borriello
un maestro d'ascia, laboratorio con Simo Capecchi            

5. venerdì 24 marzo, 17.30/20.00 - Christian Leperino (video)
nel centro per le arti della Misericordiella, laboratorio con Caroline Peyron

6. sabato 25 marzo, 10.30/13.00 - Tullia Matania (video)
nell'atelier dell'artista, un'intervista disegnata, con Simo Capecchi

7. venerdì 31 marzo16.30/19.00 - Vincenzo Canzanella
reportage in una sartoria teatrale, con Simo Capecchi

8. sabato 1 aprile, 10.30/13.00 - Gaetano Pucino e Giuseppe Corcione
un liutaio e un artista a palazzo Sangro, laboratorio con Caroline Peyron

9. venerdì 7 aprile, 17.30/20.00 - Caroline Peyron e Simone Foresta 
due artisti al lavoro, un'intervista disegnata, con Simo Capecchi

10. sabato 8 aprile, 10.30/13.00 - Vittorio Avella
la bottega di uno stampatore nell'ex Lanificio, con Simo Capecchi e Caroline Peyron

domenica 9 aprile, 10.30/13.00: evento pubblico e sketchcrawl
mostra presso Made in Cloister, giornata di disegno collettiva nell'ex Lanificio.    

NB: sono possibili variazioni dovute ad imprevisti.


Urban Sketchers è un'associazione no profit internazionale con sede a Seattle, USA, fondata nel 2007 da un gruppo di artisti di diversi paesi con l'intento di promuovere il disegno dal vero come forma di narrazione e reportage. Conta un network di migliaia di membri in centinaia di città e paesi, un blog principale cui collaborano 100 disegnatori più una trentina di blog nazionali e locali. Ogni anno l'associazione indice un incontro internazionale chiamato Simposio che coinvolge una ventina di istruttori e centinaia di iscritti da tutto il mondo. Molti altri workshop vengono organizzati localmente dai singoli membri, come quelli tenuti a Napoli da Simonetta Capecchi, tra i soci fondatori di questo movimento, insieme a Caroline Peyron.  

Simonetta Capecchi vive a Napoli, è architetta e lavora come illustratrice. Dal 2006 ha curato quattro edizioni di In viaggio col taccuino, rassegna sui carnet di viaggio ideata per Galassia Gutenberg, fiera del libro di Napoli. Dal 2007 partecipa alle attività dell’associazione Urban Sketchers e con loro organizza workshop in Italia e all'estero. Dal 2015 tiene una rubrica disegnata sulla rivista di viaggi Dove (RCS). 

Caroline Peyron è un'artista francese che vive a Napoli. Sue mostre personali si sono tenute a Napoli, Roma e Parigi presso numerose istituzioni culturali. L'ultima mostra è stata "Cielo" nella Certosa e Museo di San Martino a Napoli, ottobre 2015. Insegna arte da più di vent'anni presso scuole private e istituzioni come il Museo di Capodimonte e il Museo Archeologico a Napoli.La sua prossima mostra sarà insieme a Simone Foresta e si terrà a Napoli nel maggio 2017.

01 novembre, 2016

Route des Villes d'Eaux: alle terme col taccuino

Bourbon-l'Archambault

A maggio scorso sono stata invitata insieme ad un gruppo di disegnatori e Urban Sketchers a disegnare in due paesi termali nel Massif Central in Francia. Bourbon l'Archambault e Evaux-les-Bains mi hanno accolto con tutti gli onori per due settimane intense di disegno e cure termali... un lavoro ideale! 
In questi paesi l'acqua termale è stata scoperta nell'antichità e le Terme oggi in funzione sono di fine Ottocento, il periodo d'oro del termalismo che ha lasciato magnifici edifici Art Nouveau con importanti decorazioni in maiolica. Qui il reportage completo

Un bel progetto a cura di Léa Lemoine dell'associazione Route des Villes d'Eaux che ha coinvolto 12 disegnatori (o carnettistes) nella promozione turistica di un'intera regione termale - peccato che questo utilizzo del disegno sia raro in Italia. 

Dai nostri disegni hanno tratto un "Manuale per indossatori di accappatoio - livello principiante" a cui seguiranno forse livelli più avanzati di incoraggiamento ai piaceri delle terme. Il Manuale è stato presentato con una mostra all'ultimo Rendez-vous du Carnet de Voyage a Clermont-Ferrand, dove qualche altro mio disegno era esposto anche all'Opéra-théâtre. Non è in vendita ma verrà distribuito gratuitamente nelle località termali.




PS: Grazie a Caroline Peyron per aver tradotto tutti i testi nei miei disegni, un lavoraccio! 

Bourbon-l'Archambault


Bourbon-l'Archambault
Evaux-les-Bains
Evaux-les-Bains
Bourbon-l'Archambault

01 ottobre, 2016

Volterra Urban Sketchers: il workshop 2016



Foto e disegni dell'ultimo workshop che ho tenuto a Volterra, con Caroline Peyron e Majid Modir. 
E' sempre bello tornarci, anche se era la settima volta.

Abbiamo provato la carta da acquerello in blocchi Turner e Cezanne di Hahnemühle che ci ha sponsorizzato. Sono carte 100% cotone molto "soffici" e sono piaciute a tutti, in particolare a Carol Gillot, artista americana di stanza a Parigi, che ha eletto la Cezanne Matt a sua carta ideale! Le sue impressioni su Volterra e sul workshop nel suo blog Paris Breakfast.

Mentre stiamo pensando alla prossima edizione, qui sotto qualche mio disegno:


01 settembre, 2016

Giudecca Reportage, il padiglione del Portogallo alla Biennale di Venezia



A maggio 2016 due amici Urban Sketchers di Lisbona, Mario Linhares e Josè Louro, mi hanno invitato, insieme a Benedetta Dossi, di Roma, a fare un reportage disegnato durante la preparazione del padiglione del Portogallo per la Biennale di Architettura, per conto del Ministero della Cultura Portoghese.

Un padiglione anomalo perchè Alvaro Siza ha voluto intallarlo dentro il cantiere di un suo intervento di edilizia popolare alla Giudecca, a fianco a quello di Aldo Rossi, rimasto da anni incompiuto: mettendo l'attenzione sul cantiere ha pensato di contribuire alla ripresa dei lavori.

E' stata una bella occasione per ritornare in posti che non vedevo da quando studiavo Architettura e abitavo a Venezia. La Giudecca mi è sempre piaciuta e in questa nuova visita ho scoperto cose che non conoscevo, come il giardino e la villa Hèriot con il centro Iveser, il Giardino Eden di Hundertwasser, lo showroom e il giardino segreto di Mariano Fortuny, la terrazza panoramica in cima al Mulino Stucky... e la pesca delle seppie nel canale della Giudecca.

fishing in Canale della Giudecca
Giudecca panorama
villa Hériot / IVESER

Un racconto più dettagliato è in inglese su Urban Sketchers, parte 1 e parte 2
e i disegni si vedono più grandi qui.


Qui i reportage degli amici disegnatori Mario Linhares, Josè Louro e Benedetta Dossi.
Grazie a Ketta Linhares/Laloran che ha confezionato per noi dei bellissimi taccuini.

01 agosto, 2016

Disegnare il Reale: il video!



Disegnare il Reale è il workshop di editoria artigianale e reportage disegnato che ho tenuto insieme a Libri Finti Clandestini lo scorso aprile 2016. Tre giorni tra natura e piccoli borghi lungo la valle dell'Arno e le pendici del Pratomagno, in cui ognuno ha creato un proprio racconto disegnato dei luoghi e delle persone incontrate, su taccuini interamente realizzati a mano il primo giorno del workshop. Abbiamo alloggiato presso il Molino delle Gualchiere, dove si mangia e si dorme divinamente, gestito da un'associazione di promozione sociale che si occupa di disabilità - una mattina è stata dedicata al reportage delle loro attività agricole. Un'altra giornata siamo stati guidati da Samuele nella riserva Valle dell'Inferno, con avvistamenti di uccelli con canocchiale e poi lungo le Balze. Piccolo ma ottimo il gruppo disegnante proveniente da Napoli, Bologna e Barcellona, più due disegnatrici americane residenti in Puglia e in Toscana.
L'incontro con Sebastiano è stato molto interessante e costruirsi il taccuino un'esperienza per me inedita e divertente, una collaborazione che spero di ripetere alla prima occasione.

Il video è di Sguardi Factory Lab, la sezione formativa di Sguardi sul Reale - un bel festival di cinema documentario organizzato dall'associazione MACMA a Terranuova Bracciolini (Arezzo). Grazie a Olimpia Bonechi per l'affettuosa e attenta organizzazione! 





PS: Qui invece si sfoglia il taccuino di Montse Fortino.

18 maggio, 2016

Ipomea live sketching


Il prossimo fine settimana sarò a Ischia per Ipomea del Negombo, la mostra delle piante rare ed insolite, dove disegnerò per tre giorni insieme a Giuseppe Palumbo!

L'anno scorso ero con Francesca Bazzurro, questi i nostri disegni: